vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Pragelato appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo

Nome Descrizione
Indirizzo Frazione Traverses
La chiesa parrocchiale di San Lorenzo si trova in frazione Traverses, nel comune di Pragelato. L'ingresso è protetto dal pronao ornato da semplici lesene ad angolo culminanti nella cornice lineare. Il lato verso sud è finito ad arriccio. Nei fianchi si aprono archi a tutto sesto, dei quali solamente quello a mezzogiorno è aperto e presenta una catena metallica all'imposta. La piccola costruzione termina con una copertura a padiglione in lose. La facciata è finita con rinzaffo al rustico a base calce, come tutti i restanti prospetti; in diversi punti è eroso e lascia intravedere la tessitura muraria in pietra. L'ingresso ha un antico portone in legno a due battenti rifinito da specchiature, sopra l'arco dell'apertura vi è il grande sfondato centinato. A lato, sulla lesena, è posta una targa a ricordo dell'ultimazione dei lavori di rifacimento del tetto della chiesa, risalenti al 1976. Il fronte principale aveva in passato un oculo sopra il pronao, ora tamponato; al di sopra il muro è segnato da evidenti e lunghe crepe verticali. Il prospetto termina con un esiguo sporto in lose degli spioventi del tetto a capanna. Tutte le finestre del prospetto nord risultano tamponate, mentre a sud ve ne si aprono tre strombate e bordate da cornici rosse, le due più ampie in alto sono spallate e hanno vetrate quadrettate. Nell'angolo sud ovest svetta il campaniletto a vela ornato da semplici cornici in pietra poste alla base e all'imposta della monofora della campana. La struttura termina con un profilo a gradini coperti dalle lose e al centro sopra il piedistallo in pietra vi è una semplice croce metallica. Il campanile a pianta quadrata è posto nell'angolo sud-est; ha struttura propria con muri a scarpa, che nella porzione basamentale sono a filo dei fronti della chiesa. In basso a sud si apre una bifora, seguita più in alto da una piccola apertura rettangolare e da una antica lapide di dedicazione. Nella porzione sommitale vi sono i quattro quadranti tondi degli orologi protetti da un modesto sporto arcuato. L'ultimo livello è segnato inferiormente da una cornice lineare aggettante in pietra, al di sopra si aprono le monofore delle campane con davanzali in pietra e segnate all'imposta degli archi da cornici lineari intonacate. La torre culmina con una semplice cornice, seguita da un cupolotto rivestito da lastre metalliche sormontato da una croce in ferro. L'aula è coperta nella porzione sopra la cantoria da una corta volta a botte. Seguono due volte a vela e una terza dello stesso tipo sormonta il presbiterio. L'abside è delimitato superiormente dalla volta emisferica segnata da una crepa. Quest'ultima è ornata con arconi dipinti a trompe l'oeil confluenti nella lunetta con la colomba dello Spirito Santo. Sono decorati da specchiature pittate a marmorino rosa marezzato e inframmezzate da rosette. Le specchiature tra gli arconi sono affrescate con figure di angeli in cielo; la figura centrale sostiene una fascia che riporta la scritta: “gloria in excels”. I restanti soffitti sono interamente affrescati con specchiature contenenti figure e simboli sacri e abbondantemente ornati con elaborati cartigli, festoni e composizioni floreali e vegetali dipinte a trompe l'oeil. L'altare laterale destro è dedicato alla Madonna del Rosario, raffigurata nel quadro soprastante il manufatto; è realizzato in marmo bianco marezzato. Al centro delle mensole è posizionato il tabernacolo sormontato da un crocefisso dorato, con a lato due candelabri argentati. La parete di fondo ospita la cantoria in legno collegata dalla scaletta posta a destra dell'ingresso. Al di sopra vi è la tela con la Madonna del Rosario, San Domenico e Santa Caterina incorniciata dai Quindici Misteri che risale alla metà del XVII sec. Al centro della parete absidale campeggia la pala d'altare che rappresenta San Lorenzo ai piedi del crocefisso, opera del Du Four risalente al XVIII sec., che realizzò anche i gigli di Francia.

Credits: https://www.beweb.chiesacattolica.it/edificidiculto/edificio/71650/Chiesa+di+San+Lorenzo+%3CTraverses%2C+Pragelato%3E#da=1&action=CERCA&frase=pragelato&locale=it